domenica 22 dicembre 2013

Pagina Facebook e video del confronto creativo-tecnico

Clicca qui per accedere alla pagina Facebook del Sant'Orsola Project.
foto di Giuditta Picchi
Queste in breve le novità: sono programmati nuovi incontri tra gli organizzatori del Sant'Orsola Project e la Provincia di Firenze, e con il Comune di Firenze. In queste occasioni sarà possibile capire come la questione Sant'Orsola verrà affrontata nei prossimi mesi da parte dei vari referenti istituzionali. L'annunciata riunione del tavolo di lavoro tra Comune, Provincia e Regione sembra essere slittata ad anno nuovo: doveva avvenire infatti entro il mese di dicembre 2013.

La proposta di 'concessione dell'immobile' in cambio di un'investimento da parte di un referente privato rimane come ipotesi confermata dall'assessore provinciale Giorgetti. Il bando per la concessione dovrebbe essere formulato in gennaio. Questo secondo il report di Giorgetti nel corso dell'ultimo sopralluogo che si è tenuto lo scorso 18 dic.: l'assessore ha fornito un'ampio e dettagliato riassunto delle vicende che hanno portato all'attuale stato di cose. Il sopralluogo ha avuto la modalità del 'confronto creativo-tecnico': un gruppo limitato di cittadini composto da architetti, creativi, operatori e rappresentanti istituzionali di Comune, Provincia e Regione si è riunito per esaminare da vicino le potenzialità del luogo, verificarne le criticità, i lavori in atto e valutare priorità operative, sia sul piano pratico che su quello della pianificazione. Nell'occasione sono state registrate in video le varie conversazioni informali tra i presenti. 


Clicca qui per vedere le registrazioni video del sopralluogo (confronto creativo-tecnico) su YouTube.

Lo stesso giorno in cui avveniva il sopralluogo (18 dic.), il sindaco di Firenze Matteo Renzi, ha dichiarato che presenterà un progetto per Sant'Orsola entro il 31 marzo 2014. La dichiarazione benché non fornita attraverso canali istituzionali è stata raccolta dai giornalisti durante l'inaugurazione del nuovo spazio commerciale fiorentino della catena di gastronomia di qualità Eataly in Via Martelli, alla presenza dell'imprenditore Oscar Farinetti e del parroco di San Lorenzo monsignor Don Angelo Livi.
Già in passato, il sindaco Renzi aveva paventato l'intenzione di far acquisire al Comune di Firenze, la proprietà dell'immobile, poiché la gestione del Sant'Orsola da parte dell'ente provinciale non aveva portato risultati apprezzabili.

giovedì 19 dicembre 2013

Stiamo lavorando per voi!

Cari Sant'Orsolani...ehm...cari partecipantissimi,
il 'confronto creativo-tecnico' è avvenuto - missione compiuta!
Stiamo visionando le registrazioni. Le nostre reazioni sono positive. Le vostre?
...ce lo farete sapere. 
Stiamo praticamente scoppiando dalle cariche di empatia pro-attiva (...che cosa avevate pensato?).
Non è nostra intenzione farvi ridere ma neppure vogliamo vedervi piangere (vedi: 'Basta piangere'...).

Il team di psicologi che volevamo assumere si è dileguato in località di vacanza senza lasciare recapiti. 

Siamo comunque a vostra disposizione per consigli e suggerimenti su come dare massima diffusione ai materiali raccolti. 
I vostri contributi saranno migliori se corredati delle informazioni che ritenete più importanti insieme a commenti, reazioni ed altro.

L'esperimento del sopralluogo guidato vuole stimolare ogni gesto creativo anche nelle modalità della diffusione dei vari materiali.
Vogliamo dare visibilità alle vostre emozioni, visioni, riflessioni e progetti.

Fateci avere i link dei vostri materiali video/foto caricati su Youtube o su altre piattaforme scrivendo a: santorsolaproject@gmail.com o alla redazione di questo blog (vedi colonna a destra).

Se preferite inviare i file direttamente a noi suggeriamo di usare wetransfer.com

Stiamo per aprire anche nuovi canali social (Youtube e Facebook)  e vi invitiamo a fare altrettanto. 

mercoledì 4 dicembre 2013

Something is happening here: PROSSIME DATE

Something is happening here
...but do we know what it is?

Sant'Orsola: ieri, 3 dicembre, la visita organizzata dall'Associazione Insieme per San Lorenzo
Il sopralluogo era guidato dall'architetto Romandetti che è stato generosissimo nel tempo dedicato e nelle conversazioni. Un'ora e mezzo di sopralluogo fantastico nei fatiscenti spazi di questo cantiere/rovina urbana così esemplificativa del sempre più emergente tema #spazidismessi. 

La prossima visita (limitata all'area degli scavi archeologici) organizzata da 'Firenze Insolita'  per l'11 dicembre ha già raggiunto il numero limite dei partecipanti.


Altri appuntamenti:


Consiglio Aperto: 

sempre l'11 dic. nei locali dell'Istituto Lorenzo de' Medici
(Via del Giglio, 4, ore 20:00) si terrà il Consiglio Aperto su 
San Lorenzo indetto dal Consiglio di Quartiere 1.

Al Mercato Centrale di San Lorenzo: 

Giovedì 5 dicembre alle 12:00 verrà simbolicamente poggiata la prima pietra del cantiere al primo piano con cerimonia pubblica.

Sant'Orsola:
nel frattempo procedono i preparativi per l'annunciato confronto creativo tra tecnici, operatori, rappresentanti istituzionali, professionisti e cittadini.

I partecipanti che hanno inviato il loro indirizzo mail saranno presto informati.


-------------------------------------------------------------------------------------------------

Sulle previste cessioni dei beni demaniali  agli enti locali, si terrà un'incontro organizzato dalla lista di cittadinanza 'Per un'altra città':



Mercoledì 11 dicembre, ore 16.30 
Palazzo Vecchio, Sala della Miniatura al 3° piano 


La città patrimonio vivente.
Firenze tra valori d'uso e mercificazione. 

Introduce Ornella De Zordo:
“BENI DEMANIALI: DA SVENDERE O DA UTILIZZARE SOCIALMENTE?” 
  • Giorgio Pizziolo - “PER UNA CITTÀ DEGLI USI SOCIALI CONDIVISI”
  • Maurizio De Zordo - “POLITICHE NEOLIBERISTE E DIRITTO ALLA CASA ”
  • Roberto Budini Gattai - “DEL CENTRO E DELLA PERIFERIA”
  • Ilaria Agostini “IL PATRIMONIO EDILIZIO SOCIALMENTE DISPONIBILE: UNA MAPPA”
  • Antonio Fiorentino - “MAPPA DEL RIUSO E DELLE VERTENZE”
Con interventi di:
Laura Bennati, SPAZI LIBERATI;  Giovanni Pandolfini, GENUINO CLANDESTINO; Anna Picciolini, IPAZIA; Vincenzo Simoni, UNIONE INQUILININEXT EMERSON

Con un contributo di Tomaso Montanari.

-------------------------------------------------------------------------------------------------
stay tuned

domenica 1 dicembre 2013

Confronti creativi negli spazi dismessi

Progettare l'utilizzo degli spazi dismessi è un tema che coinvolge sempre più ampie aree urbane. L'attuale situazione economico-sociale impone un ripensamento complessivo dei fattori che possono generare una nuova qualità della vita nelle città.

Gli spazi dismessi rappresentano un potenziale dove convogliare molteplici risorse. Le energie di giovani classi imprenditoriali possono espandere i ruoli delle 'industrie creative' nell'ambito delle città. 
Attraverso il recupero innovativo del patrimonio architettonico dismesso si possono attivare canali di collaborazione e co-working fino a modulare nuovi schemi occupazionali.

Ma i buoni propositi non bastano a catalizzare processi di coesione sociale senza strategie di lungo termine. Questo tipo di processi richiede di affrontare con pragmatico senso pratico la gestione di spazi urbani complessi, spesso adottando nuove soluzioni per generare nuovi scenari produttivi in una società in forte trasformazione continua.

Essenziale mettere a fuoco alcune tematiche in particolare:

-  il collegamento della domanda con l'offerta (quali settori imprenditoriali collocare negli spazi dismessi e soprattutto come?)

- la diffusione di strumenti di accesso alle fonti di finanziamento e per la creazione d'impresa (autofinanziamento, azionariato popolare, bandi europei, raccolta fondi, crowd-funding, investimenti pubblico/privato)

- relazioni tra cittadini e con le amministrazioni locali al fine di promuovere buone pratiche (partecipazione, empowerment)

- progettualità e pianificazione (cosa fare, come, dove, quando e perché - al tempo stesso costruire consapevolmente una qualità della vita consona ai cambiamenti globali).

- verifiche operative in corso d'opera al fine di garantire una trasmissione dei casi di successo (le formule vincenti diventano modelli di attuazione da applicare in contesti diversi).

Ma come si avviano processi di tale complessità?

La formula magica non esiste, ma ogni cammino inizia dal muovere alcuni primi passi in una direzione.

-------------------------------------------------------------------------------------------------

In Sant'Orsola sono in corso preparativi per un 'confronto creativo', con orientamento tecnico sugli spazi dismessi.
Sarà allestito un nuovo format per esaminare da vicino l'ex-monastero e capire quali sono le priorità di questo luogo, mettendole in relazione con le problematiche dei tanti altri spazi urbani da recuperare. L'evento, previsto per il mese di dicembre, vuole aprire ad un inedito modo di collegare i cittadini attraverso la documentazione digitale degli incontri pubblici. Niente di super tecnologico. Vogliamo far vedere come l'uso di semplici mezzi, come ad esempio uno smart-phone, può servire a raccontare la creatività di progettisti e abitanti che hanno a cuore la città e desiderano attivare collegamenti operativi da subito.

Rivolgiamo un invito a tutti i nostri lettori a fare riprese audio-video con il proprio cellulare o altri mezzi; in occasione dei prossimi confronti creativi tecnici: sopralluoghi orientati al dialogo propositivo all'interno di Sant'Orsola.