lunedì 26 maggio 2014

Petizione e scheda progetti di attività

Carissimi,

ci siamo!
La rete di associazioni continua la propria mobilitazione affinché il complesso di Sant’Orsola sia riqualificato e restituito ai cittadini, interloquendo con tutti i livelli istituzionali interessati, Comune, Provincia e Regione, e proponendo, con il contributo di esperti e tecnici, quale leva del cambiamento un programma di usi transitori e temporanei di parte del piano terreno dell’edificio.
Le associazioni non possono dunque che valutare positivamente il fatto che la Provincia, attuale titolare dell’immobile, abbia raccolto la loro proposta aprendo, tra il 14 e il 17 maggio, il complesso di Sant’Orsola per informare i cittadini sulle attività istituzionali della stessa Provincia relative ai servizi per il lavoro e la formazione, e sui servizi offerti da CNA e Confartigianato.
Sant’Orsola occupa una parte importante del rione San Lorenzo, ma da troppi anni il complesso monumentale è sottratto alla vita della città, divenendo così un mostruoso catalizzatore di degrado proprio nel centro storico di Firenze, patrimonio dell’umanità sotto tutela dell’Unesco.
Per questo le associazioni continuano a ribadire che in vista dell’attuazione della riforma degli enti locali, quale che sia l’esito del bando di concessione per la valorizzazione indetto dalla Provincia, in scadenza il prossimo 29 maggio, l’Amministrazione comunale debba impegnarsi concretamente e tempestivamente affinché vengano predisposti gli atti formali di costituzione di una “cabina di regia obiettivo Sant’Orsola”, composta dalle diverse amministrazioni, dagli operatori economici e dai residenti interessati alla riqualificazione del rione San Lorenzo.

Sottoscrivete subito il manifesto per promuovere utilizzi transitori e temporanei dell'edificio e per la costituzione di una cabina di regia 'obiettivo Sant'Orsola'.


Inviateci le vostre proposte per usi transitori e temporanei per i mesi di Giugno, Luglio e Settembre 2014, riempiendo la scheda attività allegata.

vedi FOTO degli SPAZI attualmente disponibili

Con l'occasione vi porgo, anche a nome delle diverse realtà associative impegnate in questa iniziativa, un saluto cordiale e riconoscente.

Anna Grande



StO aperta
LA CITTA DENTRO SANTORSOLA

Firenze, maggio 2014

Ci sono luoghi scomparsi dalle mappe della città, dalla memoria degli abitanti e dalla loro vita quotidiana.

Spazi che hanno dimenticato il rumore dei corpi, dei gesti e delle voci.

Luoghi chiusi, inaccessibili, divenuti nel tempo volumi e superfici inospitali, figure invisibili.

Hanno spezzato la storia e la bellezza, l’immaginazione e il paesaggio, ma noi non ci
rassegniamo.

Il cambiamento partirà dalla rigenerazione di questi luoghi, e dalla capacità collettiva di recuperare gli spazi instabili della città, divenuti per molti orizzonti ambigui o violenti.

Il cambiamento avverrà quando i flussi e le diverse identità della città torneranno ad
abitare questi luoghi.

Il cambiamento trasformerà questi spazi in luoghi di scambio e di condivisione, aperti alla rigenerazione degli usi e dei significati, a nuovi linguaggi e relazioni.

Facciamo entrare il futuro della città dentro Sant’Orsola, nel quartiere di San Lorenzo dove viviamo.

Non ne possiamo più di spazi morti.

“C'è una vita da vivere, ci sono delle biciclette da inforcare, marciapiedi da passeggiare e
tramonti da godere" (Cesare Pavese).

TUTTA LA CITTÀ NE PARLA
StOrsolaperta farà vibrare l’aria della città.

Apriamo Sant’Orsola per usi temporanei e transitori
Cerchiamo, segni e materiali, parole e suoni per parlare di città
Abbiamo bisogno di tutti i linguaggi per creare un ritmo nuovo
St’O aperta aspetta idee e contributi

Inviate le vostre proposte per i mesi di Giugno, Luglio e Settembre 2014 a:



Nessun commento:

Posta un commento