su POLICY e URBANISTICA

Questa sezione contiene materiali sulla policy relativa al patrimonio storico architettonico, al bene comune, agli spazi dismessi e sull'innovazione in campo urbanistico.

Siete invitati a suggerire contenuti.


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------






- Mario Pittalis - "L'etica del lavoro e l'economia dal basso"  (dalla rivista online Firenze Dispari) - 

NDR: Nell'articolo viene citato Sant'Orsola come esempio di un complesso architettonico nel quale sperimentare nuove pratiche di utilizzo per porre rimedio al degrado e costruire nuove condizioni per l'economia cittadina.
Mario Pittalis è uno dei progettisti che ha firmato il recupero del complesso 'Le Murate'.




--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 - dichiarazione di Alessandro Jaff  (tratto da Nove da Firenze, 27 sett. 2013):

"...intervento del presidente dell'Ordine degli Architetti Alessandro Jaff: 

"L'Ordine degli architetti della provincia di Firenze non può che accogliere e rilanciare con forza l'appello lanciato dalle associazioni degli abitanti di San Lorenzo per il recupero di Sant'Orsola, invitando i propri iscritti ad impegnarsi a fianco dei cittadini per il recupero di una parte importante della nostra città. 

Di fronte ad una vicenda che si trascina da ormai troppo tempo e ha oltrepassato i limiti della decenza, cittadini, architetti, commercianti e associazioni che hanno a cuore il futuro della città e la vitalità del nostro centro storico devono farsi carico di individuare soluzioni ponendosi da stimolo verso le pubbliche amministrazione.

Nessuno si senta escluso, nessuno si tiri indietro. Siamo convinti che il miglior antidoto contro il degrado dell'area sia portare la cittadinanza all'interno di Sant'Orsola, creando un complesso in cui la funzione residenziale con finalità sociali sia l'elemento trainante di una struttura multifunzionale che viva durante tutta la giornata. Un elemento catalizzatore di attività culturali, servizi, piccolo commercio, compatibili con la residenza, che crei un luogo vivo e vivibile, un luogo degno delle aspettative tanto a lungo disattese. Esempi di successo in questa direzione già esistono, anche nella nostra città, e oggi vi sono, grazie alla Cassa Depositi e Prestiti, gli strumenti finanziari che possono agevolare operazioni immobiliari a valenza sociale come questa".



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Firenze, Palazzo Medici Riccardi, via Cavour 1
12-13 Ottobre 2013
Recentemente molti nuovi obiettivi sono entrati nell’orizzonte quotidiano dell’architettura e l’ecologia tra questi, facendole acquisire connotati di sostenibilità e intrecciando così problematiche sempre diverse. La convention punta a una “riumanizzazione del territorio urbano” attraverso l’azione non solo rivolta agli spazi fisici, ma sostanzialmente incrementando la capacità critica, l’organizzazione e la sostenibilità sociale, non limitandosi dunque ad inseguire la mera sostenibilità energetica o quella ambientale.
Attraverso il coinvolgimento di protagonisti del rinnovamento internazionale dell’architettura rivolta all’uomo e all’ambiente, verranno indagate le relazioni con la tecnologia, le risorse e il tessuto connesso, ragionando su cosa sia essenziale nella trasformazione gli ambienti di vita e sull’architettura intesa come sinonimo di paesaggio, ambiente, rappresentata dalle relazioni tra gli abitanti.
Durante le due giornate verranno poste le basi di un “manifesto”, una sorta di “Carta medicea”, attraverso un tavolo permanente ispirato al “Club of Rome”, per un nuovo umanesimo, per umanizzare l’architettura affinché sia più accogliente e permetta agli abitanti di viverla quotidianamente, di sentirsi a casa in un rapporto di buon vicinato, di mettervi le radici.
Il convegno è rivolto a tecnici del settore pubblico e privato, e a tutti gli interessati, che vogliano acquisire strumenti di orientamento nell’ambito dei processi di umanizzazione ecologica, appropriandosi di indicazioni e suggerimenti per migliorare il livello qualitativo della progettazione.

Nessun commento:

Posta un commento